28 ottobre 2010

L'arte dell'arciere per scagliare le tue frecce, colpire nel segno e raggiungere i tuoi obiettivi



Scaglia le tue frecce per colpire nel segno e raggiungere i tuoi obiettivi
Se avrai un obiettivo, allora potrai cercare di raggiungerelo. Ma senza un obiettivo, allora sarai come un cane che brancola nel buio in cerca di cibo.


Ma se hai un obiettivo, allora tutto cambia: hai qualcosa da inseguire, qualcosa a cui puntare!

Se hai un obiettivo, ti occorrerà forza e la resistenza per raggiungerlo: ma se hai un buon obiettivo, allora le tue forze e le tue energie si moltiplicheranno ed i problemi e le difficoltà diventeranno, istantaneamente occasioni da cogliere al volo per salire il prossimo gradino della scala, verso l'obiettivo.

Solo che per salire al gradino successivo occorre faticare, a volte anche faticare molto, talvolta faticare meno, ma va da se che, per forza di cose, la gamba va alzata e va fatto forza sul gradino e occorre trasportare dietro anche la gamba più pigra, quella che era rimasta indietro.

La resistenza è solo una delle caratteristiche che occorre coltivare, crescere e raffinare: serve anche determinazione, una buona dose di sicurezza in se stessi, un pizzico di "abbandono al divertimento da sfida", qualche manciato di buon umore per combattere l'ansia da prestazione - dannosissimo ed insidiosissimo nemico per chi vuole fare bene le cose cadendo nella mania del perfezionista, che poi fallisce!

Gli obiettivi che ti prefiggerai faranno muovere i tuoi passi verso certe direzioni e non verso altre: ti faranno andare lontano oppure rimanere a casa, ti spingeranno a calcare strade nuove, a passare per posti mai immaginati, oppure a percorrere tutti i giorni la stessa strada, ti muoveranno alla guerra, oppure alla pace.

"Un uomo di valore è simile ad un arciere: se manca il bersaglio cerca la causa di questo in se stesso" ha scritto Confucio. Raggiungere un obiettivo, significa mirare bene dritti al bersaglio senza farsi confondere da ciò che c'è a sinistra nè ciò che c'è a destra: non conta niente di quel che c'è intorno, ogni cosa può diventare una distrazione determinante per fallire e sbagliare nello scoccare la freccia che, altrimenti, poteva essere quella vincente.

Ma, prima di scagliare bene tutte le frecce della nostra faretra, stiamo bene attenti a non dimenticarsi, sbadatamente, di esser frecce ancor prima che arcieri, scagliati da una mano lontana verso obiettivi ancora forse a noi sconosciuti, ma grandi, grandi perchè obiettivi dell'Arciere. E l'Arciere vede meglio di noi e ci scaglia più lontano e più precisamente, di quanto noi possiamo tentare con le nostre piccole forze di raggiungere i nostri piccoli, sebbene importanti, obiettivi.

"L'Arciere vede il bersaglio sulla strada dell'infinito, 
ed Egli con forza vi tende  affinché le sue frecce possano andare veloci e lontane.
Piegatevi  nelle mani dell'Arciere con gioia:
Poiché come egli ama la freccia che vola, così Egli ama l'equilibrio dell'arco"

[da: "Il Profeta" di Gibran Kalil Gibran]

10 commenti:

  1. Entièrement d'accord avec vous, l'objectif est essentiel pour une réussite, pour le bonheur et le parfait équilibre... Bises

    RispondiElimina
  2. Bonjour, bienvenue! Je crois aussi que je rggiungere objectifs contribue à la poursuite du bonheur! A très bientôt! :)

    RispondiElimina
  3. Un bellissimo post.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. @Kylie: grazie! :) un abbraccio

    RispondiElimina
  5. @AndreaAroundThePop: bene! buon week end! :)

    RispondiElimina
  6. should I speak english?
    it's such an international environment!

    allur.
    io ci ho dedicato una marea di post sul cosidetto metodo smart
    http://counseling.style.it/tag/smart

    voglio dire che è essenziale avere chiaro l'obiettivo e soprattutto che si ricordi in fase finale quale fosse.
    ultimamente un committente mi ha fatto un bel gioco di gambe: prima mi ha dato un obiettivo e poi alla fine non gli andava bene.
    quindi attenti agli autogol vostri e degli altri. non è che non si può cambiare in corso d'opera, ma non si può massacrare il lavoro fatto quando l'obiettivo era diverso.

    RispondiElimina
  7. @energiacreativa: hei energy life! :) shall we go!

    ho letto l'articolo che hai citato: io credo proprio irremediabilmente di appartenere a quella categoria di persone "sempre alla ricerca", che non si accontentano mia, che a volte incontrano cose stupende ma se le lasciano sfuggire via...

    insomma a quelli che tutto sommato non hanno poi cosi chiaro i loro obiettivi anche se sanno bene che l'ultimo posto dove si vorrebbero ritrovare è a 50 anni davanti alla tv... e poi magari invece si finisce cosi!

    RispondiElimina
  8. Ehh, parole sante! Avere un obiettivo permette di focalizzare la mente su di esso, e di conseguenza di migliorare le proprie possibilità di realizzarlo anche e soprattutto a livello inconscio.

    Ma bisogna avere anche la forza di volontà per perseguire il proprio scopo nonostante le difficoltà, ed è secondo me questo il grande ostacolo che la maggior parte delle persone deve superare.

    RispondiElimina
  9. @Mindcheats: certo, sono perfettamente d'accordo con te. credo che in questo faccia dvvero la differenze "la fame" (anche di successo, di arrivare al traguardo...) o "le necessità".

    Necessità fa virtù. Se hai davvero bisogno, farai cose che probbilmente, altrimenti, non faresti mai!

    RispondiElimina