9 settembre 2022

Tutto è un'opportunità

Stringere i denti


Avevo paura quando, ad un certo punto, mi sono reso conto che non sapevo dove mettere le mani.

29 luglio 2022

Tutto è un dono

Non si può pretendere niente da nessuno.

Bisogna ricordarsi ed avere ben presente che tutto è un dono. Anche il fatto che tu voglia fare due passi con me, sarebbe un dono.

L'aria che respiriamo è un dono, la nostra esistenza è un dono.

Noi stessi siamo un dono, gli altri sono un dono.

Tutto è dono.

27 luglio 2022

Bisogna ricordarsi che è un percorso

Non uno scatto di un giorno, non lo sforzo di un momento: bensì si tratta di una maratona.

Una maratona fatta di molti momenti, alcuni di sofferenza, altri di gioia, ma una maratona che va presa col giusto passo per riuscire a portarla a termine, senza troppo fretta ma neanche troppo lentamente.

Oggi, facciamo ancora un passo in avanti.

25 luglio 2022

Cosa porto per cena?

Porta le tue storia, porta la tua storia.

Non portare altro, che già quello è piu che sufficente.

Che a volte la gente non ha niente da dire, niente da raccontare. Nessuna storia, nessun amore, nessuna passione scoperta e vissuta, nessun cambiamento, nessun'altra cosa che un andamento lento e medesimo, uguale a se stesso, che mette una tranquillità che sembra la stessa di un pesce che galleggia - e si sa, quale sia stata la fine di un pesce che galleggia.

Diversa è la vita e tu medesima: tumultuosa e imprevedibile, lenta ma improvvisamente veloce come le onde del mare, spumeggiante come la corrente, tenera e dolce come una farfalla che si posa su un fiore.

E hai sempre qualche storia da raccontare, qualche storia segreta e nascosta nelle pagine delle tue giornate apparentemente tutte uguali.




24 luglio 2022

Sono le cose piú belle, quelle semplici

Le cose piu belle sono stati tutti i momenti che ci siamo regalati.

Il tempo insieme, tutte le volte che mi hai ascoltato, tutte le volte che mi hai consolato, tutte le volte che ci siamo guardati ed incontrati negli occhi e nella pancia. Guardati e sentiti. Sentiti e poi guardati.

Le passeggiate - sembra una cosa banale ma hanno un valore immenso - tutti i si che ci siamo detti e vissuti, dal primo all'ultimo, tutti i perdoni che ci siamo dati sulle incomprensioni, tutte le volte che abbiamo riso insieme, qundo abbiamo pianto insieme, quando abbiamo tentato di far qualcosa che sembrava piú grande di noi, e ci siamo riusciti davvero.

Fare la spesa insieme, pulire casa insieme, mettere i panni a posto insieme, piegarli, stenderli, discutere di cosa manca in casa, disquisire sulla necessità impellente di un nuovo coperchio per una pentola - tirando fuori l'incapacità di poter fare una frittata senza averlo - con la stessa serietà in cui nei talk-show si parla dei problemi fra Russia e occidente.

Fare un progetto di lunga durata e contemporaneamente affrontare le difficoltà di prepararsi il pranzo per il giorno dopo, preparare per essere pronti ed essere pronti a prepararsi per essere ancora nuovamente pronti.

Ed è cosi che va la vita, come una serie di cose da fare tra cucinare e lavare le pentole, mai stare fermi perchè per gestire una casa e goderne della bellezza ci vuole continuamente tanta e tanta operosità. E l'operosità e la prontezza sono soltanto figlie dell'Amore. L'Amore porta operosità, è esso stesso operosità continua ed instancabile.

Sono le piccole cose, quelle belle, come il caffè che sbuffa la mattina, che assomiglia a me che ogni tanto, dicono, sbuffo la sera - nel mezzo delle tue risate e dei tuoi sorrisi, che sono lo zucchero quotidiano e vitale del mio caffè amaro.

L'essenziale è invisibile agli occhi - hanno detto - ma ogni tanto si nota, si scorge, si sente, si percepisce. E si sente anche quando è assente, l'Essenziale. 

L'Essenziale è semplice, e semplice significa normale dove per normale si intende "mi sento a casa, amato".

23 luglio 2022

È un diletto liberante, niente di piú ma niente di meno, è libertà

Ecco perchè si scrive, per tirar fuori quello che si ha dentro, che sia un pensiero o che sia una storia, e per farla uscire da se, per buttarla fuori e dirle "ok, ti prego, lasciami, vai da altri".

E quando poi è scritta sulla carta, ecco che non ci appartiene piú, non è piú di chi l'ha partorita ma è mia, è tua, è di tutti, ed in particolare è di chi ci troverà qualcosa per se stesso che lo tocchi, che gli inneschi qualcosa dentro per cui quella parola, rimbombi in lui come una cannonata o sia lieve e refrigente come il suono delle ali di una tortora che spiccando il volo da un ramo fa per dirigersi ancora da un'altra parte, librandosi nell'aria.

E godendo della sua libertà.

21 luglio 2022

Dove si finisce, se tutto va bene

I piú fortunati finiranno a fare l'orto in un campo vicino a casa, godendo ancora degli ultimi soli e del sudore della propria pelle.

Le proprie piante, farle crescere, e ritrovare il sorriso di sempre e quegli occhi che sembrano un mare che ti sorridono quando li incroci, e poter sentire ancora quell'emozione senza tempo e senza spazio che ti hanno sempre dato fin dal primo giorno, sentire la pancia che si stringe e la commozione di gioia che sale, per quella promessa fatta - che sembrava una scommessa - e che è ancora viva e vera, incurante del tempo trascorso, come se fosse stata detta il giorno prima, ed invece sono passati anni e anni e fatti e fatti.

Possa tu vedere i figli dei tuoi figli.

Non credo esista sulla terra benedizione piú grande da poter dire a qualcuno.

19 luglio 2022

Rosso come il corallo

Capisco, è difficile da digerire, da accettare, da conviverci.

Ma se tu la custodirai bene, verrá il giorno in cui tutta quella bellezza sará semplicemente bellezza perchè ció che è.

Non dipende tanto da quello che dicono gli altri: se qualcosa è rosso, è rosso e se lo fanno diventare marrone buttandogli merda sopra, sempre rosso rimane "nella sua essenza". 

Quindi non temere, verrá un giorno che un violento temporale improvviso estivo, spazzerá via tutta quella merda messa sopra - tanto che non si vedeva piu nemmeno il colore di quella cosa - e tornerá quel rosso corallo vivo e lucido, che in realtá non era mai cambiato, che in realtá non se n'era mai andato ma che semplicemente era stato oscurato e danneggiato per invidia, stupiditá, malvagità e male parole.

Non temere.

Quel giorno non tarderà. E se anche tardasse, guarda bene tu stesso il tuo rosso "sporcato", sappi almeno tu che dentro, sei ancora di un bel rosso corallo.

Nessuno puó cambiare la tua essenza. Ricordati chi sei.

16 luglio 2022

In un attimo

Tutto quello che era sbagliato divenne improvvisamente perfetto, giusto, azzeccato, gradito, divertente. È cosí che va, perchè lo era anche prima, senza che fosse notato.

Ed era proprio questa la consapevolezza che nel tempo precendente si stava radicando in me: tutte quelle cose che mi erano state dette erano da tenere in considerazione si, ma non erano determinanti o assurdamente e assolutamente detestabili, erano solo e soltanti "particolari".

Forse "strane" per taluni, ma amabili, degne di essere amate, apprezzabili ed apprezzate, da qualcun altro che non aspettava che il giungere di quell'ora, inconsapevolmente.

Il fatto che non fossero amate, ma disprezzate, questo era un "non ami una parte di me, non ami il mio modo di essere, non ami il mio modo di vivere" e dunque, ahimè, "non mi ami". Perchè sono fatto anche cosí.

Non volevo porre l'attenzione su tante cose inutili, questo è un mio pregio - per alcuni un difetto.

C'era altro su cui porre l'attenzione, altro che non era stato visto. Ed era la parte migliore, da vivere e da scoprire.

13 luglio 2022

Noi siamo strade

Volendo, possiamo essere dei binari per gli altri o delle strade da percorrere.

Noi lo siamo già strade per gli altri, lo siamo inconsapevolmente. Quando peró ce ne rendiamo conto, allora diventa ancor piú consapevole il fatto che "attraverso di noi" le perso e con cui abbiamo a che fare fanno un loro percorso, talvolta insieme a noi e talvolta da soli, nella parte del loro mondo che non ci appartiene.

Essere consapevoli che tutti siamo strade per qualcun altro, strade che conducono altrove i "altre storie", per altre vie, a nuove piazze ed in nuove 

Questo, rende la nostra vita preziosa e con un senso profondo.

Anche se non ce ne accorgiamo, la nostra vita ci appartiene poco, finisce sempre nelle vite di altri, finisce per fondersi con altre vite, si mischia con altre storie e nasce sempre qualcosa di nuovo e di inaspettato.