01 gennaio 2008

Anno nuovo, vita nuova

Dunque si riparte.

E' il momento di riazzerare il contachilometri, fare il pieno di benzina-interiore, disporsi con l'animo verso il non-conosciuto, sfidare la vita e quel che ci riserverà. Andare incontro all'ignoto, visto che il noto già non ci basta più e visto che, volendo o non volendo, è sempre l'ignoto che viene a bussare alla nostra porta, ed accoglierlo come se l'avessimo conosciuto da sempre, affidandosi, lasciando che sia quel che sia. Lasciando che accada quel che è scritto che accada, quel che scriverò che accada, quel che mi sarà concordato che accada.

Si riparte un sacco di volte nella vita, quasi che non si smettesse mai di giungere e di ripartire. Si riparte con la valigia in mano, il biglietto in tasca, in tasca il taccuino per prendere appunti, qualche vestito e molte idee. Si riparte da soli ma assieme a compagni di viaggio, vicini e lontani, tutti assieme.

Riempire i giorni, costruirli, bramare giorni felici ed affrontare la durezza e la concretezza della vita reale, ma anche assaporarne l'essenza, il gusto, masticare e sminuzzare ogni istante, realizzare ciò che di più profondo si ha nel cuore.

Allora, siete pronti? Beh, vi consiglio di sentirvi pronti perchè, che vi sentiate pronti o no, è giunto il momento... si parte!