06 dicembre 2011

L'importante è muovere le onde

Smuovere le onde del mercato
Se riesci, getta solo i sassi giusti, al momento opportuno, nella modalità giusta, e poi mettiti sul bordo a guardare: le onde si muoveranno da sole.

Le onde del mercato si muovono da sole: basta gettare il sasso giusto, nel punto giusto del lago. Il resto viene da se, come conseguenza delle azioni fatte. Compreso questo, si può generare tutto, non operando direttamente su quello che si vuole generare, ma sulla cause che sappiamo che produrranno l'effetto desiderato.

Le tue azioni - ogni tua azione - non è che un sasso lanciato in un lago: esso creerà onde diverse a seconda di quanto grande e pesante sia il sasso, dell'inclinazione con cui viene lanciato e della forza con cui viene scagliato in acqua.

Sarebbe fantastico capire come lanciare il sasso nel lago per farlo muovere a nostro favore, esattamente come vorremmo che si muovesse. Dobbiamo capire come si muove il lago in corrispondenza di certi stimoli e successivamente agire sugli stimoli giusti, per farlo smuovere secondo i nostri desideri.

I frutti arrivano solo quando comprendiamo questo, ed arrivano da soli, come normale conseguenza delle azioni intraprese. Per farli crescere, non serve pensare fortemente al loro coloro ed alla loro bontà - magari bastasse questo - bensì occorre faticare e lavorare per piantare bene la pianta da frutto, coltivarla con costanza, concimarla nella stagione giusta, sorreggerla nella sua crescita.

E poi attendere il sole buono, con fiducia. I frutti cresceranno, pian piano.

11 commenti:

  1. ben tornato LU
    nel laboratorio di domenica ho proprio parlato di questo...

    RispondiElimina
  2. @EnergiaCreativa: è vero Pa', ultimamente scrivo molto meno :) e pubblico raramente qualcosa. Sono contento che ti piaccia questo post... nel uo incontro parlavi dunque di "muovere le giuste leve per produrre gli effetti desiderati"? :)

    RispondiElimina
  3. Sto ancora cercando il mio sasso, senza il quale potrei lanciare solo una cosa nell'acqua. Me stessa.

    RispondiElimina
  4. @Marapatica: mh beh... potrei partire con mille ragionamenti che anche gettarsi nello stagno (sapendo nuotare) potrebbe essere una buona soluzione, anzi, forse addirittura la migliore. Ma te li risparmio.

    Quindi dico: prova col primo sasso che trovi vicino al laghetto e... occhio a non prendere qualcuno in testa o a non spazzare qualcosa che poi devi ripagare. Oppure, corri forte, dopo che hai lanciato.

    RispondiElimina
  5. Sai, una volta, quando ero molto piccola... ero sulla riva di un piccolo laghetto naturale a pochi km da casa mia. adoravo andare lì e mia madre mi ci portava spesso, mi mettevo sulla riva e buttavo tutti i sassolini che riuscivo a contenere nelle mie piccole mani. Un giorno tirai così forte che il mio corpo seguì la mia mano e in un attimo fui dentro. Era inverno. Quando mi recuperarono (nell'immediato ovviamente) dissi solo questo: "Volevo tirare il sasso e ho tirato pure Sarah". Ora che ci penso, sarebbe bello buttarlo ora il mio sasso e seguirlo, tanto so nuotare bene... :)

    RispondiElimina
  6. @Maraptica: :) beh prima poi va "lanciato" il "sasso-Sarah" in qualche lago... però forse era troppo presto :)

    RispondiElimina
  7. Come non essere d'accordo?

    Ti auguro un sereno Natale.
    A presto.

    RispondiElimina
  8. @Mr.Loto: grazie Mr.Loto, era un po' che non passavi da qua. Ricambio l'augurio di un sereno natale e di buone feste :)

    RispondiElimina
  9. Ciao,
    Mi chiamo Rubel, è sono l'autore del blog tuttoconilpc.blogspot.com, e come te, ho circa 100 visite al giorno ( o forse un po di più). Volevo sapere che genere di pubblicità usi per monetizzare il tuo blog. Io sono 8 mesi che scrivo, e stavo pensando che è arrivato il momento di monetizzare.

    Email: rubelweb2.0@gmail.com

    Grazie in anticipo.

    RispondiElimina
  10. @Rubel: ciao Rubel, a dire il vero non sono un esperto di remunerazione tramite un blog. Il mio blog è scritto per divertimento. Ti scrivo in privato.

    RispondiElimina