2 maggio 2011

L'importanza di essere pronti al cambiamento che è come un'onda da surfare

Ci sono cose che non passano mai
Ci sono cose che non passano mai

La vita è un continuo cambiamento: più sarai abituato al cambiamento, più sarai pronto al cambiamento, più comprenderai l'importanza del cambiamento.

Abituati a scegliere: che sia una pizza o che sia un drink la sera quando esci, sii pronto a saper scegliere quello che davvero vuoi. Sembra banale, ma non lo è.

Abituati a comprendere il cambiamento: se capiterà un cambiamento e tu non sarai pronto perchè non avrai ben recepito i segni di questo cambiamento, per la tua stessa disattenzione ti ritroverai in difficoltà.

Di fisso, di stabile, di sicuro, di certo, c'è davvero poco perchè tutto nel tempo cambia, si modifica, si trasforma: è così che accade in natura ed è così che accade per tutte le cose, nei rapporti, negli amori, nelle situazioni professionali, nello sport.

Alcuni odiano il cambiamento e lo odiano solo perchè non hanno compreso davvero quali siano le cose essenziali su cui si basa la propria vita: le cose fondamentali, quelle davvero importanti, sono le cose fisse, che non possono scomparire, sono quelle cose che non cambiano mai. Basandosi su queste, allora tutte le altre cose possono mutare, possono cambiare e ruotare attorno a questo perno fisso inamovibile, ma se queste stesse cose che mutano e cambiano sono diventate quel perno fisso centrale, allora il cambiamento diventa una cosa mincciosa, un pericolo, un ostacolo, qualcosa che davvero può sconvolgere l'esistenza stessa perchè ha la capacità di distruggere tutto quello che sembrava indistruttibile ed inarrivabile. Questo è l'rrore che si compie facilmente scambiando le cose che contano davvero poco, per cose fondmentali alla propria esistenza umana.

Eppure il cambiamento è la molla che da sempre ha fatto compiere i passi principali delle vite di molti uomini. Ci sono storie e racconti di uomini di ogni tempo che dalle proprie sconfitte, hanno costruito vittorie ben più grandi, e che da grandi vittorie, dimenticandosi del proprio percorso, hanno poi conseguito sconfitte ancor più sonore. Ci sono uomini che del cambiamento hanno fatto praticamente il filo conduttore della propria vita, senza spaventarsi mai e bensì trovando e riscoprendo nel cambiamento, una nuova preziosità da vivere, nel presente e nel domani.

Il mercato è un continuo cambiamento. Le mode sono un continuo cambiamento. Le professioni sono in continua evoluzione e mutamento. Le possibilità concrete di poter aprire nuovi mercati, sono in evoluzione continua. Intraprendre nuove strade è oggi come oggi più facile e possibile che mai. Cambiare la propria strada oggi, è possibile, come in qualsiasi altra epoca del resto e forse ancor di più.

Il cambiamento di mentalità è il primo vero cambiamento ed è il principe di tutti i cambiamenti:  il cambiamento di mentalità è il cambiamento che è sempre necessario, ogni giorno, per sapersi dattare ad ogni situzione e per muovere e promuovere altri generi di cambiamento, in tutte le direzioni possibili.

L'importanza di essere pronti al cambiamento è il riconoscere la mutabilità del tempo: se quindi fissi nelle cose importanti le cose di questo tempo, nel prossimo tempo sarai "fuori luogo" e non perchè siano cambiati i tempi, bensì perchè avevi riposto tutta la tua mentalità nel tempo precedente a quello presente, dimenticandoti delle nuove possibilità di questo tempo, tutte da governare e da sfruttare e senza dimenticarsi delle cose buone, se non ottime, del tempo precedente.

Il cambiamento è sempre una nuova opportunità da sfruttare, un'onda da surfare e non un nemico minaccioso da combattere per mantenere la facciata delle tradizioni o del "si è sempre fatto così": le tradizioni stesse, se non cambiano nelle forme mantenendo intatta la sostanza, non potranno mantenersi vive e vissute.

Il cambiamento è sempre come un'onda: o riesci a surfarla, o ti sommerge.

4 commenti:

  1. L'ultima frase è la sintesi di tutto quanto il discorso: giralo come ti pare ma alla fine o vai oltre più o meno idenne o soccombi.

    RispondiElimina
  2. Stavo per dire che é necessario avere una bussola nella vita, ma imparare a surfare é anche un'immagine più bella.

    RispondiElimina
  3. giusto tangone, concordo!

    RispondiElimina
  4. @Sandra: già, surfarla per me significa sfruttare bene le occasioni che si presentano... ad ognuno in modo diverso ma si presentano per tutti!

    @Adriano Maini: beh però sono d'accordo con te... surfare va bene, ma la bussola che dà la direzione è importantissima. Perché senza bussola il rischio è alla fine di non mettere un passo dietro l'altro sempre verso la stessa direzione!

    @Max: grande Max! dobbiamo sfruttare le onde del mercato ;)

    RispondiElimina